Chiude Google Plus, ma i guai non finiscono qui…

Un passo falso per Mountain View: anche i big hanno bisogno di mantenere la fiducia degli utenti

Google plus è già morto molti anni fa; la dichiarazione ufficiale, avvenuta poche ore fa, di staccare le macchine che lo tenevano vivo, non sorprende nessuno.

Muore un social network semplicemente perché è stato molto network e poco social: le persone non interagivano e dopo pochi mesi dal lancio già la parabola era discendente.

Al di là delle motivazioni “ tecniche” del fallimento della piattaforma ( su cui si sta scrivendo tanto e si continuerà a farlo ancora per qualche tempo ) quello che mi interessa è la parte di comunicazione aziendale.

Già, perché appena prima della decisione di Google di chiudere definitivamente Plus, il Wall Street Journal usciva con un reportage secondo il quale un bug rendeva vulnerabili i dati di 500.000 utenti.

I dirigenti di Google ( sempre secondo i giornalisti ) erano a conoscenza di questa falla già dal Marzo 2018 ( era il periodo di Cambridge Analytica ) e tacquero per non alterare le performance del titolo in borsa.

Ma secondo Google “ era in programma per questa settimana una dichiarazione ufficiale, il Wall Street Journal ci ha solo anticipato “

Vanno tutelati certamente gli azionisti, ma vanno tutelati anche i proprietari di quei dati, cioè noi.

E’ proprio una brutta storia, mal gestita, mal comunicata.

Un fallimento tecnico lo si sopporta. Nel web le ascese e le discese sono veloci; dai fallimenti si può imparare.

Ma quando prendi in giro la gente diventa un problema di fiducia. E per quanto Google sia un colosso, rimane sempre un colosso bisognoso di fiducia.

Il loro slogan “ do the right thing “ , definito nel 2015 ( quello non ufficiale, ma condiviso fino a quel momento, era il più inquietante “ don’t be evil “ oggi è quanto mai traballante…. riusciranno a riconquistare la simpatia degli utenti del web ?

Offerta lancio per :

PERSUASIONE PER L’ECCELLENZA

29.99 euro invece di 159,99 euro

( valido fino alla fine di Dicembre 2018 e solo per i primi 50 iscritti )

Ultimi video gratuiti pubblicati

2018-10-11T11:39:46+00:00