Pillole di persuasione: la persuasione di massa

La guerra ai passeri di Mao Tze Tung

A volte la follia umana ci sorprende…. quando poi è associata al potere diventa anche pericolosa.

In questo video parlo di una tecnica di persuasione di massa utilizzata molto spesso in politica e cito l’esempio ( tragicomico ) di Mao Tze Tung. Durante la fine del suo mandato realizzò alcune campagne che – viste con gli occhi di noi occidentali, figli di questi anni – ci appaiono strampalate e grottesche, ma così non era in quel contesto storico e culturale.

La creazione di un nemico immaginario in comunicazione è una strategia molto frequente, e quando il nemico è identificabile diventa la concretizzazione delle nostre paure. Così oggi gli immigrati, la lotta all’evasione, gli zingari, il tanto blasonato ” ce lo chiede l’Europa “…. sono tutti strumenti di comunicazione utilizzati per costruire una strategia elettorale e parlare alla pancia dei cittadini. Chi ha paura tende a coalizzarsi e a dare fiducia a chi considera i suoi bisogni.

E’ un processo pericoloso, che nella storia ha portato spesso a risultati spaventosi, eppure ancora non abbiamo imparato la lezione.

La guerra ai passeri è una azione portata avanti da Mao Tze Tung che identificava questi uccellini come il nemico primario dell’agricoltura cinese. Sembra impossibile, ma è tutto vero…. milioni di cinesi impegnati nell’agitare canne e stracci per non fare posare i passeri a terra. Persuadere le masse è facile quando si ha già il potere di imporre decisioni, ma è possibile, pur se con strumenti più sottili, anche in democrazia. Basti pensare al fenomeno dell’ “agenda setting ” , ovvero della organizzazione dei contenuti dei media, la loro scelta di parlare di alcune cose e non di altre. Nel tempo, si costruisce una attenzione a certi fenomeni e non ad altri. Come diceva qualcuno ” i media non ti dicono come pensare, ma ti suggeriscono a cosa pensare “. Verissimo…. a forze di sentire telegiornali che parlano, ad esempio,  di cronaca nera non possiamo non credere che sia davvero un argomento importante. E magari ci illudiamo anche di conoscerlo a fondo e di potere esprimere un giudizio obiettivo.

Non possiamo certamente essere felici di questo meccanismo cognitivo, delle tecniche di persuasione di massa utilizzate dai nostri politici, ma acquisire consapevolezza può darci una angolazione diversa per assimilare informazioni, per non farci avvelenare un pò alla volta.

E per lasciare in pace i passeri.

Buon divertimento !

2017-12-31T12:19:03+00:00