Il nuovo Tripadvisor

sarà il nuovo social network per i viaggiatori ?

E’ in arrivo il nuovo TripAdvisor, che vedrà la luce entro la fine del 2018, secondo i programmi dell’azienda.

Cosa cambia per gli utenti ?

Sono molte le novità tecniche, ma al di là dei particolari sembra evidente uno spostamento di fondo verso un modello più arricchito di conversazione e di esperienza d’uso.

Qualcuno ha già detto “ diventerà il nuovo facebook dei viaggiatori “.

In effetti sembra che il modello assomigli a quello di un vero social network, nel quale i produttori di contenuto non saranno soltanto i “recensori” ma anche aziende, opinion maker, influencer ed aziende. Questo è il comunicato stampa ufficiale

Aprendo l’app , ci si collegherà automaticamente ad un feed di notizie ( come in facebook o instagram per intenderci ) nel quale avranno spazio tutti quelli che producono contenuti in formato testuale, fotografico o video.

Cosa cambia invece per chi lavora nel turismo ?

E’ naturalmente presto per definire strategie precise, ma di certo sarà bene tenere conto di una evoluzione molto importante, perchè è evidente che la community si sta proponendo come interlocutore globale nell’ambito della programmazione del viaggio in tutti i suoi aspetti.

Non sarà più solo un database di recensioni ( di cui peraltro l’attendibilità è sempre stata un punto debole )

Ne parlo qui


e anche qui

Sarà una piattaforma dove pianificare tutti gli aspetti del viaggio, dall’ispirazione iniziale alla condivisione dopo il ritorno a casa.

E’ un cambiamento sostanziale nell’esperienza di utilizzo e nel modo in cui chi si occupa di turismo dovrà produrre contenuto utile ad acquisire credibilità e suscitare interesse. E’ probabile che ci siano due considerazioni di fondo che hanno portato TA a evolversi in questa direzione:

1- le recensioni non sono più considerate attendibili come nei primi anni e il contrasto ai fake è tutt’altro che semplice.

2- a livello legale sono molte le battaglie perse dal portale in tutto il mondo per politiche di concorrenza scorretta e pur essendo ancora molto difficile contrastare a in tribunale le pratiche di TA, ci sono sempre più casi in cui la società è costretta a fare marcia indietro o definire compromessi

3- i dati relativi all’acquisto di “esperienze” da parte degli utenti di TA è in crescita verticale ( per approfondire clicca qui ) . In altre parole, già adesso gli utenti lo stanno utilizzando per acquistare servizi esterni a ristoranti e hotel. Il nuovo portale va in questa direzione e offre più spazio e opportunità a chi vuole vendere tour, escursioni e servizi collegati a chi soggiorna in qualche albergo.

E’ una battaglia tra giganti, perchè anche Google sta andando nella direzione di un supporto globale ed integrato all’esperienza di viaggio, utilizzando i modelli previsionali sui big data e le integrazioni tra gmail, calendar, strumenti di ricerca, maps, google business ed altre funzionalità offerte da Mountain View. D’altro canto la stessa Google ha sempre avuto le grandi OTA ( booking, expedia e tutti gli altri) come cliente privilegiato, dal momento che reinvestono in pubblicità online circa il 27% del loro fatturato annuo.

Tuttavia, pur essendo cifre incredibili per noi mortali, non lo sono per Google stessa, che con il suo dipartimento Travel fattura addirittura di più. Questo è il motivo per cui non è così strano pensare che in futuro lo stesso dominio delle OTA in termini di risultati del motore di ricerca non possa cambiare. E’ difficile pensare che possano mordere una mano che li ha sempre nutriti, ma è altrettanto difficile pensare che gli equilibri attuali possano rimanere tali nell’arco di qualche anno.

Sarà Tripadvisor a diventare il punto di riferimento globale ? O sarà Google ? O nessuna delle due ?

Tu cosa ne pensi ? Di certo ci saranno fuochi d’artificio….

Offerta lancio per :

PERSUASIONE PER L’ECCELLENZA

29.99 euro invece di 159,99 euro

( valido fino alla fine di Dicembre 2018 e solo per i primi 50 iscritti )

Ultimi video gratuiti pubblicati

2018-11-02T16:37:34+00:00